Benvenuti a WSA – Olanda!

Se siete arrivati qui è perché avete interesse o curiosità per il mondo del vino e siete arrivati nel posto giusto.
Cominciamo con una domanda: Perché diventare Sommelier?

Si diventa sommelier per diversi motivi: passione personale, interesse generale per il mondo del vino, voglia di ampliare le proprie conoscenza e cultura eno-gastronomica o semplicemente per curiosità. Lasciatemi descrivere chi è un sommelier. E’ l’esperto che al ristorante vi saprà sempre consigliare il vino perfetto per il vostro piatto, dandovi cosi la possibilità di godere dell’esperienza culinaria al completo. Il sommelier è un esperto di vino, un manager di cantina, una persona che collabora con i produttori lavorando sul gusto del vino e delle tendenze di moda (…si anche il vino ha le sue mode!), un esperto a 360 gradi del mondo del vino. Gli ingredienti del sommelier sono questi: Passione, Costanza e Pratica conditi con un po’ di Talento Naturale.

PASSIONE
La passione è la parola chiave per diventare sommelier. Passione per il vino, per il cibo ma anche e soprattutto per le tradizioni e la storia che accompagnano il vino. Avere passione per l’eno-gastronomia è il primo ingrediente fondamentale per diventare sommelier. Il vino lo dovete amare, ma dovete amare anche la birra, le grappe, i cognac, whiskey,porto, sherry….e il cibo!

COSTANZA

Lo studio per diventare sommelier è ricco e complesso. Enologia, viticoltura, chimica, fisica, metereologia, geologia, storia, sociologia, marketing…sono tutte materie che accompagnano il percorso per diventare sommelier e che servono per capire bene il mondo del vino, per cui siate pronti a studiare!!

PRATICA

Ce ne vorrà molta…Assaggiare, assaggiare ed ancora assaggiare!! Tanti saranno i vini che dovranno raggiungere i vostri occhi, dotti nasali e papille gustative. Quindi assaggiare è la regola fondamentale per migliorare ed ampliare il vostro archivio di gusti ed odori.

TALENTO NATURALE

Diciamocelo, quello serve sempre e comunque, in qualsiasi settore si cerchi di cimentarsi. Ma questo non significa che solo i migliori nasi e bocche diventeranno Sommelier, anzi, anche chi non ha un naso sopraffino per natura può svilupparlo e migliorarlo con il tempo e la pratica.

Se tutto questo vi incuriosisce e stimola, cliccate sulla nostra sezione corsi e scoprite di più sulle nostre offerte educative.